Attacchi di Panico

Un attacco di panico è caratterizzato da un aumento improvviso di paura o un intenso disagio fisico e/o emotivo (la cui insorgenza può avvenire sia da uno stato di calma che da uno stato ansioso) che raggiunge il suo picco massimo in pochi minuti. Durante gli attacchi di panico la persona sperimenta almeno quattro dei seguenti sintomi:

  • palpitazioni, cardiopalma o tachicardia
  • sudorazione
  • tremori fini o a grandi scosse
  • dispnea o sensazione di soffocamento
  • sensazione di asfissia
  • dolore o fastidio al petto
  • nausea o disturbi addominali
  • sensazioni di svenimento,sbandamento, instabilità o testa leggera
  • brividi o sensazioni di calore
  • parestesie, sensazioni di torpore o formicolio
  • derealizzazione o depersonalizzazione
  • paura di perdere il controllo o di impazzire
  • paura di morire

A seguito di uno di questi sintomi, la persona può sviluppare una paura della paura e ciò la rende maggiormente sensibile ai segnali fisiologici di attivazione neurovegetativa interpretati  come gravemente minacciosi per la propria integrità fisica e mentale. 

Di conseguenza dal timore che si possano ripresentare, la persona mette in atto condotte di evitamento verso quelle situazioni  in cui non sarebbe possibile ottenere un aiuto o dalle quali sarebbe difficile allontanarsi (luoghi affollati, mezzi pubblici, code, etc.), degenerando così in comportamenti agorafobici

Queste sensazioni di paura portano poi, a loro volta, come in un circolo vizioso, a sperimentare nuova ansia fino ad un nuovo ADP. 

In conclusione, è proprio la paura della paura (oltre ai comportamenti di controllo messi in atto dal soggetto) a far sì che si ripresentino nuovi attacchi di panico e a far sì che il disturbo di panico venga mantenuto.

Contact Form

Contatti

Ricevo presso il mio studio a Selargius. Per fissare un appuntamento: Cell.3287352748 oppure tramite email

  • cri.monni@alice.it