Disturbi Psicosomatici

Non bisognerebbe fare alcun tentativo di curare il corpo disgiunto dall’ anima, e per ottenere la salute dell’anima e del corpo è necessario cominciare curando la mente”.

Così Platone più di 2000 anni fa sottolineava come il benessere della persona fosse garantito da tre elementi il corpo, lo spirito e la mente che si influenzano reciprocamente e sono indissolubilmente tra loro collegati.

I disturbi psicosomatici rappresentano quell’insieme di sintomi, disturbi e disagi che si manifestano a livello corporeo ma che non sono direttamente riconducibili ad una patologia medica o organica. Questo porta spesso a considerarli come dei disturbi fittizi, quando invece essi sono vere e proprie malattie che comportano danni a livello organico.

Immaginate, a esempio, una situazione tipica in cui potrebbe verificarsi un disturbo psicosomatico: una rabbia non espressa, inibita, potrebbe essere gestita canalizzandola, attraverso un meccanismo di somatizzazione sul corpo producendo, in questo modo, un sintomo organico come il mal testa ricorrente.

Solitamente questi meccanismi sono determinati dalla presenza di forte stress, da ansia patologica, da paura costante o a un forte disagio. Nello specifico si attiva il sistema nervoso autonomo, il quale se sottoposto a livelli di iper eccitazione per periodi lunghi, ben oltre la soglia di tolleranza dell’organismo, porta a modifiche neuro-chimiche importanti (per esempio l’ormone dello stress – il cortisolo – che risulta essere presente in dosaggi elevati nelle persone affette da disturbi psicosomatici). Inoltre possono insorgere complicazioni generalizzate quali malattie infiammatorie (si vedano le malattie coronariche), autoimmuni e neurodegenerative (alcune fasi delle malattie di Alzheimer e di Parkinson). 

I disturbi psicosomatici compromettono diversi apparati:

  • disturbi dell’apparato gastrointestinale: quali nausea, meteorismo, vomito, diarrea, colite, ulcera, gastrite, intolleranza a cibi diversi
  • disturbi dell’alimentazione: quali anoressia, bulimia
  • disturbi dell’apparato cardiocircolatorio: quali aritmia, ipertensione, tachicardia
  • disturbi dell’apparato urogenitale: quali dolori e/o irregolarità mestruali, disfunzioni dell’erezione e/o dell’eiaculazione, anorgasmia, enuresi
  • disturbi dell’apparato muscolare: quali cefalea, crampi, torcicollo, mialgia, artrite
  • disturbi della pelle: quali acne, psoriasi, dermatite, prurito, orticaria, secchezza cutanea e delle mucose, sudorazione eccessiva
  • disturbi pseudo-neurologici: quali sintomi da conversione come alterazioni della coordinazione e/o dell’equilibrio, paralisi o ipostenie localizzate, difficoltà a deglutire, afonia, cecità, sordità, amnesie

Le manifestazioni organiche non sono simulazioni, ma sono disagi reali e possono portare ad un grado di sofferenza molto elevato e avere ricadute su diverse aree del proprio funzionamento, come la vita affettiva, sociale, lavorativa e familiare.

Contact Form

Contatti

Ricevo presso il mio studio a Selargius. Per fissare un appuntamento: Cell. 3287352748  oppure manda un email

  • cri.monni@alice.it